Una classe 2.0 con una “chiavetta” Android e un monitor a 130 euro a postazione

Schermata 2014-06-06 alle 00.54.32Usare postazioni informatiche a basso costo? E’ possibile soprattutto in tempo di crisi. Ovviamente tutto dipende da cosa si intende fare con la postazione in questione. Ultimamente si stanno diffondendo dei dispositivi Android in formato “Dongle” HDMI. Delle “chiavette” cioè, che racchiudono al loro interno un intero dispositivo android cui occorre integrare solo il monitor. Le caratteristiche si potenza e dotazione di memoria non sono molto dissimili da quelle che si notano in un tablet di fascia media. Avremo, quindi la possibilità di utilizzare una postazione con un monitor ed una dongle HDMI connessa ad esso. Questa soluzione oltre che pratica ed economica è anche una soluzione che consente di risparmiare spazio e rivedere il concetto di postazione informatica in laboratorio multimediale.

Vediamo più da vicino di cosa si tratta. Una dongle Android HDMI può avere un processore dual core da 1,5 GHZ, 2 Gb di RAM, una memoria di massa da integrare anche esternamente con micro USB, predisposizione a connessione wifi e bluetooth, un host USB esterno.

Queste caratteristiche fanno si che si possa connettere mouse e tastiera al nostro dispositivo trasformandolo in un vero e proprio computer. Tutto ciò che occorrerà fare è farsi bastare le app android per far cil che si vuole fare in laboratorio. E’ evidente che un sistema simile mostra tutti i limiti del sistema operativo Android, tuttavia potremmo elencare decine di casi in cui una soluzione del genere potrebbe consentire di creare una intera aula multimediale con un paio di migliaia di euro. Il costo della Dongle si aggira intorno ai 50 euro, dipende dalle caratteristiche. A questo costo vanno aggiunti almeno 70 euro per un discreto monitor che come unico requisito deve avere una porta HDMI, poi mouse e tastiate i cui costi sono  quasi trascurabili. Insomma con circa 130 euro si riesce a mettere in piedi una postazione di tutto rispetto.

Da non sottovalutare anche la possibilità di utilizzare le vecchie aule in modalità dual. Si usa normalmente il vecchio PC e se si vuole si connette la dongle e si mette il monitor in ingresso HDMI. Avremo la possibilità di duplicare un’aula di informatica spendendo meno di mille euro.

 

Lascia un Commento